Stampa

Fare rete” sul territorio insieme all’Est Film Festival, direzione 57a Fiera del Vino.

ilpremio jazzupaward 2015 3

Presentato il programma della nona edizione dell’Est Film Festival di Montefiascone, dove il JazzUp è ancora una volta presente nella sezione lungometraggi ad assegnare, per il sesto anno consecutivo, un premio alla miglior colonna sonora. Il JazzUp Award di 500 euro è infatti, la somma destinata all’autore di uno dei componimenti musicali proposti dalle cinque opere prime in concorso. Questi i film in gara che tra il 26 e il 30 luglio saranno proiettati a Montefiascone nella consueta cornice di Piazza Frigo, nell’ordine di programma: “Vergine giurata” di Laura Bispuri, ”Se Dio vuole” di Edoardo Falcone, “Banana” di Andrea Jublin, “Index Zero” di Lorenzo Sportiello e “Short Skin” di Duccio Chiarini.

 

La giuria del festival musicale viterbese, composta da Ferdinando Guglielmotti, Cecilia Antinelli, Manuel Gabrielli, Silvia Jacopini, Francesco Morbidelli, Silvia Eletta Panetti presieduta da Giancarlo Necciari, avrà il compito di evidenziare qual è l’apporto della colonna sonora nell' evocare le atmosfere e le sensazioni richiamate dalla sceneggiatura. Sarà per i giurati un compito come sempre molto difficile, operando nel sottile equilibrio del binomio musica immagini. Il giudizio dovrà saper cogliere, anche attraverso l’abilità del regista, la capacità di ascoltare la maestria e la genuinità dell'arrangiamento nel racconto cinematografico, indicando quel sapiente intreccio musicale, che più di ogni altro, riesce ad emozionare lo spettatore ad ogni inquadratura.

 

Preme comunque evidenziare che, sempre attraverso la preziosa collaborazione con Vaniel Maestosi e Glauco Almonte, curatori della rassegna cinematografica montefiasconese, sia stato possibile non solo ribadire l’importanza di questo premio, ma presentare l’interessante contenitore Tuscia Wonderland, concorso ideato per la promozione del territorio, svoltosi durante le serate di Piazza del Gesù a Viterbo e vinto ex-equo dagli slideshow di Quinto Ficari e Marina Carletti. A conferma che i due contenitori culturali, non solo a parole ma nella concretezza dei fatti, continuano nell’importante sforzo di “fare rete” per il sistema territoriale. Così come, quasi a sigillare questa sinergia, con un occhio attento nelle vicende locali, trova spazio l’organizzazione dell’evento finale della 57° Fiera del Vino, il concerto di Morgan e Megahertz, organizzato dalla nuova Pro - Loco della cittadina falisca ed inserito come evento clou nel programma della decima edizione del JazzUp Festival.

giancarlonecciari vanielmaestosi

(Giancarlo Necciari e Vaniel Maestosi alla conferenza stampa di presentazione di Est Film Festival 2015)

E’ in questo scenario che si sottolinea, anche per quest’anno, la caccia del JazzUp a quella colonna sonora che potrebbe, nella più ottimistica delle ipotesi, ripercorrere il successo di famose pellicole del passato, come: “2001: Odissea nello spazio”, “Arancia Meccanica”, “Amadeus”, “American Graffiti”, “Apocalypse Now”, “Ben Hur”, ecc. Nulla può sicuramente impedire un eventualità così sensazionale ed ecco che la “caccia” diventa sempre più avvincente e salutare, soprattutto quando essa è circoscritta in un ambiente particolare come quello dei festival che, non senza difficoltà ormai ampiamente citate, cerca di sopravvivere e rilanciare con la sola sete di cultura.

Il team JazzUp